Via Abruzzi 21 San Benedetto del Tronto (AP)

<p>A difesa della tua Impresa L’associazione è autonoma e indipendente e opera senza fini di lucro.</p>
<p>CON NOI SEMPRE L’iscrizione ad Unimpresa Associazione Provinciale di Ascoli Piceno permetterà di usufruire dei servizi dell’associazione.</p>
<p>Insieme per Crescere   L’Unimpresa Associazione provinciale di Ascoli Piceno, sottoscrive importanti accordi con aziende, enti ed istituzioni oltre a quelli esistenti a livello Nazionale per offrire ai propri associati Agevolazioni, Sconti e Servizi.</p>

Micro - piccole - medie imprese

Vuoi diventare un membro di Unimpresa Associazione Provinciale di Ascoli Piceno? Iscriviti subito

SEMPRE AL TUO SERVIZIO

CENTRO STUDI

Altamente formativi tenuti da docenti accreditati.

CREDITO

Ottenere una prestazione di carattere patrimoniale

NOVITÀ LEGISLATIVE

Informazioni sulle normative di settore e guida al diritto

TERRITORIO

Alla scoprerta di tutta la zona territoriale della provincia

Unimpresa Associazione Provinciale di Ascoli Piceno

L’apertura degli Uffici Unimpresa Associazione Provinciale di Ascoli Piceno non fa altro che colmare un vuoto istituzionale ed operativo nel nostro territorio. Ad un’evoluzione nei settori commerciali e produttivi, nel corso degli anni, non è corrisposta un’adeguata assistenza in campo imprenditoriale. La presenza dei nostri Imprenditori nei vari settori presuppone tutta una serie di servizi ed attività che solamente Unimpresa Associazione Provinciale di Ascoli Piceno può fornire in tempi rapidi e realistici. Dall’esame del mercato alla verifica delle necessità, a come intervenire nei settori di comunicazione, istituzionali, correlati e/o interdipendenti Unimpresa Associazione Provinciale di Ascoli Piceno sottopone ai Vari Clienti azioni, attività, programmi, progetti. Ogni azione sarà adeguatamente presentate e, solamente dopo una completa verifica, accordo ed approvazione, sarà resa concreta ed operativa. La consapevolezza delle varie criticità ma soprattutto la preparazione adeguata e specifica dei vari Collaboratori – Esperti preclude e prevede un assoluto risultato positivo di quanto previsto. La consapevolezza di raggiungere gli obiettivi motiva ancora di più i vari Operatori che accompagnano l’Imprenditore interessato nel suo cammino; che oggi è ancora compiuto in solitario, in mezzo e tra disillusioni, imposizioni, limitazioni leggi e balzelli, domani grazie tramite ed attravero Unimpresa Associazione Provinciale di Ascoli Piceno renderà fattibile e realistica la presenza della Imprenditoria picena nel mondo intero. Dalla programmazione delle attività alla produzione protetta di materiali e di diversificate tipologie e prodotti per un proficuo progresso e benessere delle progenie.

SIAE DIFFERIMENTO TERMINI RINNOVO ABBONAMENTI

L’UNIMPRESA PICENA INFORMA

Che la SIAE:

In considerazione della grave emergenza sanitaria e delle conseguenze misure adottate dal governo su tutto il territorio Nazionale, a disposto l’ulteriore differimento al 17 Aprile 2020 il termine per il rinnovo degli abbonamenti per musica d’ambiente su tutto il territorio Nazionale

Coronavirus: Unimpresa, turismo in ginocchio e situazione gravissima

Comunicati stampa

«La situazione, per quanto riguarda le ricadute economiche, è gravissima. Il turismo sta rallentando fino a paralizzarsi: bruciamo in pochi istanti mesi di impegno e programmazione, ore intere trascorse in vista dell’inizio di una nuova stagione. Tutto cancellato a colpi di decreto. Gli operatori del turismo si trovano letteralmente in ginocchio. In questo momento siamo una categoria non tutelata, siamo soli a doverci difendere dal governo che, invece, protegge solo se stesso. Il nostro è il settore più colpito, ma è solo un anello di una catena molto più ampia». Lo dichiara il consigliere nazionale di Unimpresa Turismo, Pasqualina Costantino.

«Al di là di questo, l’Italia è figlia di piccoli, medi imprenditori che hanno costruito un paese, si sono rimboccati le maniche, capaci di costruire dal niente. Saremo in grado e dobbiamo rialzarci senza sconforto guardando con ottimismo, prendendo esempio dalla generazione passata che ha avuto il coraggio di lasciarci qualcosa di bello. Noi possiamo solamente combattere per difendere questa eredità. Con un enorme spirito di sacrificio combattiamo per chi come noi crede ancora in un domani in cui i sogni possono ancora realizzarsi. Esprimiamo tutta la nostra vicinanza per le regioni più colpite e per le vittime, superando – con questo abbraccio virtuale – qualsiasi barriera geografica e ideologica» aggiunge il consigliere di Unimpresa Turismo.

Comunicati stampaBy Ufficio Stampaimpresa 2 Marzo 2020

CORONAVIRUS: UNIMPRESA, RISCHI PER 44 MILIARDI SCAMBI TRA ITALIA E CINA

di Ufficio Stampa Unimpresa – 2 Febbraio 2020

centro commerciale cinese

Ammonta a oltre 44 miliardi di euro l’anno il giro di affari tra l’Italia e la Cina. È su questa cifra, la somma di 13 miliardi di esportazioni e di quasi 31 miliardi di importazioni, che può avere conseguenze negative l’eventuale prolungamento o peggioramento dell’espansione del cosiddetto Coronavirus. Si tratta di un dato in crescita significativa negli ultimi anni (oltre 5 miliardi in più dal 2016 al 2018) che va tenuto in altissima considerazione nella gestione dell’emergenza mondiale del virus cinese: macchinari, alimentari e abbigliamento i settori più significativi.

Lo sottolinea il Centro studi di Unimpresa. “La salute delle persone, in tutto il Mondo, è al centro dei nostri pensieri. Non vogliamo, oggi, lanciare allarmi, ma invitare le autorità e le istituzioni, sia italiane sia estere, a occuparsi di questa complessa situazione con prudenza e con la massima attenzione, sapendo che l’emergenza sanitaria può avere effetti collaterali per le principali economie mondiali. In particolare, le micro, piccole e medie imprese italiane, sia direttamente sia come indotto, traggono profitti importanti dal business con la Cina e ciò non va sottovalutato” commenta il presidente di Unimpresa, Giovanna Ferrara. 

Nel 2018, secondo i dati delle camere di commercio rielaborati dal Centro studi di Unimpresa, il totale degli scambi commerciali Italia-Cina si è attestato a 44,1 miliardi: su tratta di 13,1 miliardi di esportazioni e di 30,8 miliardi di esportazioni. Il valore è in crescita di 5,6 miliardi (+14,6%) rispetto ai 38,4 miliardi del 2016, quando le importazioni arrivarono a 27,2 miliardi e le esportazioni a 11,1 miliardi. Nei primi nove mesi del 2019, le importazioni sono arrivate a 24,2 miliardi e le esportazioni a 9,4 miliardi per un totale di scambi pari a 33,6 miliardi.